Crea sito

Articoli correlati ‘gdr’

Play 2015

13 aprile 2015
PLAY2011_logo_ITAEd eccoci come tutti gli anni a fare il resoconto della visita dei Disa al Play 2015 di Modena. Quest'anno ci siamo gettati a capofitto nei giochi, non essendo molto preparati e senza sapere cosa ci attendesse abbiamo sfruttato ogni tavolo libero che ci si presentava davanti con lo scopo di giocare e devo dire che ci siamo riusciti. Titoli provati: - Spyfall - dvgiochi. Interessante party game, da 3 a 8 giocatori, però secondo me rende quando si è in un numero di giocatori superiore al 4. Uno dei giocatori è una spia e tramite delle domande poste agli altri giocatori deve capire in quale location si trova. Gli altri giocatori non sanno naturalmente chi è la spia e sempre tramite domande dovranno trarla in inganno. Ogni partita dura 8 minuti, quindi oltre al materiale nella scatola si avrà necessità di un cronometro. Voto = 3/5 - Anno Domini - dvgiochi. Altro party game, da 2 a 8 giocatori. Nella scatola un elevato numero di carte con scritto da un lato un fatto importante e sul resto l'anno in cui è stata fatta la scoperta. Lo scopo di ogni giocatore è cercare di finire le proprie carte in mano posizionandole nella linea temporale che si va creando sul tavolo, gli altri giocatori possono dubitare e quindi bloccare la giocata, verificare le date e se hanno ragione fare pescare carte all'avversario o se hanno torno pescare a loro volta. Noi abbiamo giocato con la versione scienza e geografia e io ho scoperto che l'ignoranza governa il mio io!!! Voto = 3/5 - Panamax - Mesa Board Game. Mega gioco da tavolo nel quale si deve gestire una compagnia che lavora nello stretto di Panama e quindi deve spostare carichi e navi da una parte all'altra dello stretto. Mi spiace ma non fa per me, troppo complesso, troppe cose da tenere conto, tipo le azioni della propria società i propri carichi, le proprie navi gli spostamenti. Gioco perfetto per i giocatori pro!!! Voto = 2/5 - Kings of tokyo - uplay.it Dallo stesso autore di Magic arriva questo board un caciarone, dove ogni giocatore controlla un mostro che si deve picchiare con gli altri per diventare il mostro più forte! Il regolamento è veramente minimale e il gioco funziona bene con 5-6 giocatori, unico neo il prezzo della scatola che per 6 dadi e poco altro ti chiedono quasi 40 euro..... Voto =4/5 - Ticket to ride - Giochi Uniti Questo è un gioco un pò vecchiotto e con il quale avevo già fatto una prova qualche anno fa. Ogni giocatore deve costruire delle linee ferroviarie per collegare varie città, nel base che abbiamo provato eravamo in nord America. Collegando le varie città si perseguono degli obiettivi che fanno fare punti a fine partita. Secondo me è sempre bello, non credo che abbia una grossa longevità, però una partita ogni tanto ci sta. Voto =3/5 - 7 wonder - Asterion Qui ogni giocatore controlla una popolazione antica che sta cercando di costruire la sua meraviglia. Tramite delle carte che ci si passa tra i giocatori si ottengono delle risorse e delle strutture per cercare di costruire la meraviglia. Il gioco è diviso in 3 rush (3 ere) la prima dove si cerca di avere più risorse, la seconda dove si cerca di finalizzare le costruzioni e una terza dove si cerca di portare a casa più punti possibili. Gioco che ha avuto un bel pò di premi ma che a me non dice molto. Mi spiace. Voto = 2/5 - Rapid ??? - Purtroppo di questo gioco non ricordiamo il nome. ogni giocatore parte da una parte del tabellone e deve giungere dall'altra costruendo un ponte con sassi e assi, naturalmente gli altri giocatori dovranno fare la stessa cosa e intanto cercare di rallentare gli avversari. Carino, veloce con poche pretese. Voto = 3/5 Passiamo agli acquisti. Savage World regolamento Gdr generico, molto interessante, da provare. L'espansione di Vudu e un altro gioco Fun della stessa linea Giù dal trono che non siamo riusciti a provare ma che secondo me è molto carino. L'espansione per 5 giocatori per innovation. Commento della fiera!!! Spettacolo come sempre, un sacco di tavoli dove giocare, un sacco di gente e poi vicino a casa!!! Voto =5/5

X^ Legio/Fae – 2×04 – Pioggia di fango

7 marzo 2015
xlegioEd eccoci nuovamente qui a riassumere l'ultima puntata al cardiopalma di X^ Legio. Thomas è stato catturato e preso in consegna da personale di Decima Legio Roma dove lo trasporteranno per studiarlo e imprigionarlo presso una struttura attrezzata chiamata "il nulla". Il furgone blindato parte e il gruppo decide di tornare a casa di Thomas per cercare di raccogliere più informazioni possibili. Giunti sul luogo incontrano un rumeno che esce dalla casa di Thomas e spiega di essere lì residente da tempo. L'uomo si allontana per raggiungere il posto di lavoro e il gruppo rimane indeciso se entrare nella casa o meno. Intanto vengono contattatati dall'ufficio che avverte che il veicolo che stava trasportando Thomas ha avuto un incidente in autostrada e che devono andare a controllare cosa sia successo. Sul posto decide di rimanere a controllare la casa Leo Valente, il resto del gruppo si reca di gran carriera in autostrada tra Sasso Marconi e Rioveggio. Il gruppo arriva troppo tardi l'incidente sembrerebbe una simulazione per permettere la fuga di Thomas, quindi si mettono sulle tracce di un mercedes che si è allontanato di gran carriera dal sinistro. Poco più avanti su un cavalcavia autostradale localizzano l'auto e trovano a margine della carreggiata 3 corde legate al guard-rail, probabilmente si sono calati dal ponte. Il gruppo si pone all'inseguimento e riescono ad avere ragione di uno degli avversari uccidendolo, i restanti componenti del commando e Thomas si danno alla fuga. Intanto Leo che è appostato alla casa di Thomas vede tornare il rumeno e dopo che è entrato in casa decide di seguirlo all'interno. quello che scopre lo sconvolge, in una casa completamente vuota di suppellettili e mobili, il rumeno sta trascinando fuori dal portale un armadio. Leo lo trasmortisce ma non pensa che dall'altra parte ci sia un secondo uomo. Ne nasce una colluttazione e solo grazie all'aiuto di un altro componente della decima legio riescono a salvarsi per il rotto della cuffia. Il gruppo si riunisce alla sede per cercare di tirare le somme di tutto quello che è accaduto e quindi decide di andare a prelevare Nana Mama, dato che tutte le strade portano a lei. Giunti nella casa della vecchia non la trovano ma per una serie di sfortunati eventi, rimangono coinvolti in un conflitto a fuoco con le volanti della Polizia e alla fine tutti riescono a scappare, solo Leo Valente viene arrestato dai poliziotti.

X^ Legio/Fae – 2×03 – Fuoco cammina con me

24 febbraio 2015
xlegioIl gruppo viene convocato per indagare su una strana morte sulle colline di Bologna nei pressi del Monastero di San Luca. Il corpo di un giovane ragazzo è stato trovato completamente carbonizzato e stretta nella sua mano è stata trovata anche la mano di una ragazza, quest'ultima però senza alcuna bruciatura. Il gruppo inizia le indagini e oltre ad indagare sulle vite dei due non riesce  a fare molto, tanto che la notte successiva c'è un nuovo omicidio nei pressi di via triumvirato. Quasi tutto viene ripreso da delle telecamere di sicurezza e finalmente hanno un volto. Con un pò di ricerche ottengono anche un nome da legargli. Intanto un componente della squadra, Leo Valente, viene contattata in sogno da una una strana Zingara, tale Nana Mama, che li vorrebbe incontrare. Il gruppo si reca a casa di questa donna che dovrebbe avere qualche potere paranormale, e dopo una veloce chiacchierata ottengono poco, la donna è molto interessata al telecomando che la squadra aveva recuperato alla MDATARISK e che gli aveva permesso di viaggiare tra varie realtà. Intanto il gruppo pedina il sospettato e lo vedono uscire dalla sua casa con una persona completamente coperta da una specie di Burca, che non è possibile capire chi sia. Il gruppo segue l'uomo che si ferma all'interno di una fabbrica abbandonata nella zona industriale di Faenza. La struttura, sebbene non abbia allacci elettrici di acqua o gas, è attrezzata con telecamere all'esterno. Il gruppo , grazie alle speciali abilità di Luca Sodino, riesce a bypassare le sicurezze ed entrare all'interno. Dove trovano una botola che porta ad una stanza sotterranea. Qui dopo uno scontro riescono ad avere ragione di Thomas, ma prima scoprono che anche lui ha strani poteri che gli permettono di controllare il fuoco e il calore. La ragazza che è con lui scoprono che è la giovane Chiara la fidanzata del primo cadavere e che le manca una mano. Rientrano tutti alla base per cercare di capirci qualcosa di più. Intanto Luca Sodino, avverte il capo zona Alberto Palladino, della pericolosità di Nana Mama e quest'ultimo ordina di catturarla per interrogarla.

Passare da Xlegio a Fae

3 febbraio 2015
xlegio Il passaggio dal regolamento di X Legio a quello di Fate Accelerated devo dire che è stato notevolmente indolore. Per prima cosa abbiamo deciso che il Concetto Base di Fate è il mestiere e il carattere in X Legio. Il problema è il tallone d'Achille, i tre aspetti per ogni giocatore sono stati creati dalla storia dei vari personaggi giocanti guardando anche quanto accaduto finora ai vari personaggi. Per il talento abbiamo deciso per ora di crearne solo 1 per giocatore, prossimamente si potrebbe aggiungerne altri. Unico problema che mi sono posto è la sanità mentale, che per ora non è stata inserita nella scheda del giocatore in attesa di capire bene come poterla gestire. Per il resto quello che abbiamo provato nella prima sera mi è sembrato molto ben gestibile anche se per ora non abbiamo molto stressato il sistema in quanto nella prima serata ci sono stati non troppi tiri di dado. Vedremo come si svilupperà la campagna.

Ho voglia di Horror….

27 gennaio 2015
xlegioDa qualche giorno sto pensando fortemente alla campagna di Decima Legio, che è da un pò che non portiamo avanti. Sicuramente qualche spunto me lo ha dato la serie televisiva True Detective che ritengo meravigliosa e della quale farò un post prossimamente. Qualche idea per almento 3-4 puntate le ho, però volevo passare a un nuovo regolamento e secondo me Fate Accelerato potrebbe fare al caso mio. Quindi mi metto sotto e a breve vi aggiorno sugli sviluppi!

Sine requie – 1×10

23 gennaio 2015
sinerequieContinua l'avventura dei nostri eroi all'interno della nave della marina militare italiana. Il gruppo che si era separato in più parti in questa breve sessione si ritrova per decidere il da farsi. Giorgio, il sergente che aveva lasciato la nave italiana per parlare con gli inglesi, ora è tornato a bordo e non tutti sono contenti della sua presenza. Qualcuno ritiene che il suo abbandono debba essere considerato come una diserzione. Comunque il gruppo riesce ad accordarsi sul rimuovere il comandante della nave e passare il comando al secondo. Quindi tutti si lasciano con questo compito. L'unica cosa che alcuni non concordano è che il comandante debba essere arrestato, e si pensa a una fine più sbrigativa. Ora tutte le pedine sono posizionate, vedremo come andrà a finire!!!

Sine Requie – 1×09

13 gennaio 2015
sinerequieStiamo per giungere al finale di stagione di Sine Requie e finalmente scopriremo se i nostri eroi riusciranno a scendere vivi dalla nave italiana. Il gruppo ora è molto diviso, il sergente Ulrich e il miliziano si trovano in plancia dove cercando di capire che cosa voglia fare il comandante e come potere procedere per rientrare in Italia. L'altro sergente dopo essere scappato sulla nave inglese dove è stato catturato è riuscito comfabulando con degli uffuciali a farsi rimandare sulla nave italiana in gran segreto. Il giovane soldato ora si trova agli arresti i una stanza del 2° ponte insieme al brigante greco  salito con noi. E anche la nostra amica Greca Simpatopulos che sembrava nelle grazie del comandante si trova agli arresti in un'altra stanza. Sono le prime luci dell'alba e la nave italiana si trova al largo di Tripoli dove sembrerebbe che il comandante voglia sbarcare sebbene la città sia in balia degli zombi e i militari non rispondano da tempo alle chiamate radio. Cosa decideranno di fare i nostri eroi, come riusciranno a salvarsi? Perché il comandante della nave è così convinto di volere scendere a Tripoli e non vuole riportare il suo equipaggio in Italia? Tutto questo lo scoprirete nella prossima puntata ......

provare Dungeon World con gente che non ha mai giocato di ruolo…..

12 dicembre 2014
dungeonworldCi stavo pensando su da un pò, da quando ho fatto la mia prima prova a Dungeon World. Secondo me è il regolamento perfetto per farlo provare a un gruppo di neofiti dei Giochi di Ruolo. E quindi sono riuscito a convincere un gruppo di persone a provarlo. Il gruppo era composto da 2 ragazze a un ragazzo che hanno scelto come personaggi rispettivamente un Mago, un Ranger e un Barbaro. Come sempre durante la creazione dei Pg ho iniziato a fare domande e si è iniziato a creare un mondo ricco..... Cosa ho visto. Il maschietto del gruppo, unico ex giocatore di giochi di ruolo (D&D delle vecchie scatole), ha fatto un po' di domande strane ricordandosi i fasti del passato e i Dungeon che esplorava. Una ragazza, la Maga, presa dalla possibilità della creazione della storia ha creato un mondo molto interessante dove la magia permea tutto ed e' molto legata alla natura. La Ranger al contrario ha creato un legame molto spirituale con il suo famiglio che e' un lupo. I giocatori hanno appreso al meglio le meccaniche del gioco anche se sono ancora un po' legati non sapendo mai come procedere, anche se più volte ho spiegato che loro devono descrivere l-azione e poi sarò io a dirgli su cosa tirare. Concludendo la sessione e' volata velocemente e senza grossi intoppi, grazie alle loro idee ho avuto la possibilità di creare un Fronte di Campagna e ben 4 fronti di avventura....I giocatori hanno espresso il loro entusiasmo richiedendo a breve una seconda sessione. Vedremo come si svilupperà la campagna!  

Sine Requie – 1×07

9 dicembre 2014
sinerequie29/07/1944. Il viaggio prosegue. Perlustriamo nuovamente la nave alla ricerca dell'ultimo ritornato ma non troviamo nulla. La cosa non mi convince, sono certo che qualcosa non vada. Insieme al comandante della nave decidiamo di contattare la portaerei che viaggia parallela a noi a 2 km di distanza. Sembrerebbe che anche loro hanno un po' di problemi coi ritornati, ma controllano ancora buona parte della nave. Da quello che capiamo sembrerebbero interessati a viaggiare con noi e non ci vogliono attaccare. 30/07/1944. Sembrerebbe che il comandate della nave non ce la racconta giusta, sa un po' troppe cose, dalle informazioni via radio che abbiamo sembrerebbe che Tripoli, la nostra meta, non risponda alle nostre comunicazioni. Il timore che la città sia caduta in mano ai ritornati è sempre più possibile. Richiediamo agli inglesi di sorvolare la città prima del nostro arrivo per capire cosa stia accadendo. Abbiamo la conferma che la situazione è molto incasinata sulla terra ferma. Intanto decidiamo di muoverci e cercare di capire cosa sa il capitano. 01/08/1944. Sono finito agli arresti, per cercare di capire qualcosa di più sono stato costretto a discutere un po' brutalmente con il marconista, che mi ha confermato che il comandante della nave sapeva già da tempo della caduta di Tripoli. Mi chiedo cosa altro ci possa nascondere.

Sine Requie – 1×06

2 dicembre 2014
sinerequie 28/07/1944. Siamo ancora sulla nave. La situazione è critica, scrivo solo ora perché non ho avuto molto tempo. L'esplosione che abbiamo sentito è dovuta a un attentato che ha fatto esplodere il cannone di prua e la sua santa barbara. Sembrerebbe che non stiamo imbarcando acqua anche se sono molto preoccupato... Inoltre sulla nave si sta aggirando almeno 1 essere mutato, un ritornato molto più forte del normale che non riusciamo a trovare. Il comandante della nave al contrario non lo vedo molto bene ho sospetti su di lui e sulle sue doti di comando. In sala macchiane abbiamo trovato parte di un corpo umano nascosto all'interno di un armadietto. Non riesco a capire cosa stia accadendo, alcune persone sono cambiate in mostri senza essere ferite o presentare alcun segno sul corpo. Il secondo ci comunica che non manca nessuno all'appello e quindi forse i morti si nascondono tra i vivi, io non so più di chi fidarmi. Spero domani di essere ancora vivo per potere continuare a scrivere questo diario.

Sine Requie – 1×05

25 novembre 2014
sinerequie 27/07/1944 ore 19.00 La nave è arrivata è un incrociatore della Regia Marina Italiana. Cerchiamo di essere i più veloci possibili a salire a bordo. Abbiamo anche 2 prigionieri, due balordi dell'isola che prima ci sparano addosso e poi non so per quale motivo noi dobbiamo caricare sulla nave. 28/07/1944 Ieri sera ero troppo contento di salire sulla nave e non mi ricordavo quanto fastidio mi potesse dare questo tremendo dondolio. Non vedo l'ora di scendere a terra, sto come al solito vomitando l'anima. In una zona della nave, da quello che ho capito ci dovrebbe essere un "ritornato", ma non si capisce bene, le informazioni sono poco chiare anche perché sembrerebbe che tutto l'equipaggio sia sistematicamente controllato giornalmente quindi non si capisce come possa esserci un morto che cammina tra noi. Tra poco scenderemo nelle viscere di questa nave per cercare di capire cosa ci sia laggiù, i marinai sono tutti spaventati, il nostro gruppo un po' meno dopo quello che ha visto sull'isola. Il piano per cercare di uccidere l'abominio funziona e lo sbrindelliamo di colpi, ma non facciamo in tempo ad esultare che una forte esplosione arriva da prora della nave. Cosa sarà? Ci stanno attaccando altre navi o è un attacco dall'interno, inizio a credere sempre di più che tutto il mondo che noi conoscevamo stia crollando come un castello di carte, mi fido sempre meno dei miei compagni.....  

Sine Requie – 1×04

18 novembre 2014
sinerequie 26/07/1944 ore 17.00. C'è troppo da fare e poche idee. Siamo sempre più convinti che i morti siano tornati a camminare sulla terra e la cosa sconvolge le nostre menti. Stiamo cercando di trovare qualche italiano rimasto sull'isola e intanto cerchiamo anche di raccogliere più viveri e munizioni possibili. Una nave partita dall'isola vicina inizia a bombardare la nostra base con un 105 mm. Se colpisce il nostro deposito munizioni siamo perduti. Decidiamo quindi di attirare il fuoco nemico verso un'altra parte della costa, intanto cerchiamo di recuperare il possibile dalla base. ore 19.00. Siamo riusciti a fare allontanare la nave e a farle terminare l'attacco. I danni sono ingenti però, la radio della base è stata distrutta e anche il deposito è stato colpito, per fortuna siamo riusciti a portare fuori qualcosa. Si sentono colpi di fucili provenire dall'isola del faro, quindi decidiamo di dividerci per controllare, io tornerò al faro, anche perché ho intenzione di comunicare con la base per capire il nostro scopo ora. Ore 21.00.  Il faro e' stato attaccato ma siamo riusciti a sconfiggerli, abbiamo catturato anche un avversario, sembrerebbe fare parte di una banda di autoctoni che si annida nell'isola vicina e che ci hanno attaccato per cercare di farci allontanare. 27/07/1944 Mattina. Riesco a comunicare con la base di partenza a Tripoli. Sono messi molto male anche la' e non si capisce bene chi sia al comando e come voglia procedere. Devono ricontattarmi per inviare una nave a prelevarci, forse presto ce ne andremo. Intanto riesco a sentire altre comunicazioni, il comando centrale di Roma richiede a tutte le truppe dislocate sui vari scenari di fare rientro in patria, forse abbiamo ancora una casa.

Sine Requie – 1×03

11 novembre 2014
sinerequie 25/07/1944 ore 16.00: ci troviamo ancora sull'isola del faro, uno dei nostri è stato colpito in un conflitto a fuoco con un aviatore Tedesco, stiamo decidendo come procedere per il meglio. La situazione è sempre più incasinata. 26/07/1944 Si è deciso di tornare sull'isola della base, viaggiamo di notte con la barca e nel'avvicinarci alla costa abbiamo notato una luce che si aggira nel villaggio poco distante dalla base. La mattina procederemo a perlustrare il villaggio. ore 11.00 Non so che mi è preso. Ho picchiato senza motivo un prete che stava cercando di difendere i suoi parrocchiani e un bambino. Non ragiono più lucidamente, ho paura. Paura di quello che ho visto, paura di quello che potrò vedere. Non credo che ci sia una soluzione a breve termine per quello che sta accadendo. Il prete ci spiega che ha nascosto in una botola delle persone, che però scopriamo essere dei "ritornati", non sappiamo se sia avvenuto prima o dopo che lui li ha nascosti. Con veicolo presso alla base proseguiamo verso la 2^ città dell'isola. ore 17.00 La città è assediata dai "ritornati". Procediamo ad una pulizia completa, il miliziano è stato ferito alla tempia ma non sembra grave. I colpi calano a vista d'occhio, bisognerà iniziare a razionarli. nella città troviamo 2 greci che erano appostati e li liberiamo, ci spiegano che alcuni soldati italiani si sono allontanati con un gruppo di banditi e 2 mitragliatrici pesanti. Nella città c'è anche un vecchio con la moglie che è stata ferita gravemente da un morso al braccio. Forse sarebbe opportuno osservarla meglio per capire cosa le sta accadendo.

Lucca Comics & Games 2014

7 novembre 2014
lucca2014 I Disa anche quest'anno si sono recati a Lucca Comics & Games nella giornata di Giovedi' 30 Ottobre. Lucca ci ha accolti con una splendida giornata di sole e quindi noi da veri nerd ci siamo immediatamente rintanati all'interno del padiglione Carducci (l-area games). A colpo d'occhio quest'anno il padiglione e' ancora più grande degli anni passati, ma credo che sia dovuto all'area video games che si e' ingrandita. Dopo un primo giro per stand ci siamo buttati a provare qualche gioco anche perché il minore afflusso di gente permetteva di sedersi tranquillamente a molti tavoli o comunque le code erano veramente molto corte. Quest'anno abbiamo provato 3 giochi che vado qui di seguito a recensire:
  • 8 minuti per un impero - dv edizioni
Interessante gioco della Dv, mi pare sia uscito nel 2013 ma noi l'anno scorso non siamo riusciti a provarlo. Da 2 a 5 giocatori devono conquistare più territori per ottenere punti a fine partita. La meccanica e' molto semplice in quanto gestita da una serie di carte acquistabili tramite delle monete, con queste carte potrete prendere unita', costruire città oppure spostare le unita'. E' molto veloce e minimale come pezzi e come tempi di preparazione. Forse sul lungo periodo potrebbe annoiare, ma consiglio di provarlo! Voto = 3/5
  • Vudu' - Red Glove
Gioco molto semplice e ottimo per una serata tra amici, si gioca da 2 a 5 persone, ma credo anche che 6 lo riesca a sopportare. Ogni personaggio interpreta uno stregone Vudu' che vuole maledire gli avversari stregoni con improbabili maledizioni. Chi riesce a lanciare la maledizione ottiene dei punti, inoltre chi ha subito la maledizione non la rispetta da altri punti al lanciatore. Vince il primo stregone che arriva a 11 punti. Veloce e 'caciarone' ottimo per un dopo cena tra amici! Voto = 4/5
  • Desperados of dice town - Asterion
Gioco di dadi con ambientazione Western.  Moltissimo legato al lancio dei dadi e quindi alla fortuna ma alla fine carino. Ogni giocatore ha 5 personaggi se sono in gatta buia, e solo grazie a delle combinazioni di dadi potranno uscire, lo scopo e' con i personaggi liberi mandare in banca rotta gli avversari. Perfetto in una serata birra e salciccia!!! Voto = 2/5 Cosa hanno acquistato i Disa:
  1. Fate e Fate Accelerato. Entrambi presi con il finanziamento di ulele e recuperati a Lucca.
  2. Evolution Pulse. Setting fantascientifico alla Blame per il gdr Fate. Tutto in italiano
  3. Vudu'. Il gioco da tavolo sopra descritto, veramente molto spassoso.
  4. Dungeon World 2.0. Dopo averci fatto una campagna e' giusto avere il manuale base.
  5. Infinity Motronica Scenary Pack. Sono un po' di scenici per infiniti in cartoncino duro, per il costo (10 euro) potevo prenderne 2!
  6. Circus Express - Red Glove. Non so nulla, ottenuto gratuitamento per l-acquisto di due confezioni di Vudu'
  7. Innovation - Iello. Suggerito dal disa Seba, da provare!
Per concludere diamo un voto alla fiera? Lucca e' sempre Lucca e quando non piove il voto e' 5/5

Sine Requie – 1×02

4 novembre 2014
sinerequieSeconda sessione della campagna di Sine Requie: 24/07/1944 Ore 17.00: L'osservazione dell'isola non produce risultati. Non vediamo movimenti a parti i soliti cavalli che scorrazzano ovunque. Quindi abbiamo deciso di procedere verso la base e cercare di recuperare una barca per allontanarci sul mare prima che faccia buio. Ore 21.00: Non credo che possano esistere parole per descrivere quello che ho visto. Ora siamo sulla barca che abbiamo preso nella base e ci siamo allontanati dalla costa. Nella base ci sono cadaveri ovunque ma la cosa più aberrante sono i cadaveri che camminano o corrono e cercano di ghermirti. Nell'armeria abbiamo trovato un mostro alto 2 metri fortissimo completamente deforme, credo che pero' un tempo anche lui fosse un essere umano, non ci sono parole. Ho paura e penso alla mia famiglia in Italia. Troppi pensieri nella mente sono certo che questa notte non riuscirò a chiudere occhio. 25/07/2014 Ieri sera non sono riuscito a scrivere altro, ero troppo sconvolto. Piccolo resoconto per il comando. La base ora completamente vuota, crediamo che quasi tutti i soldati siano morti e i ''ritornati'' (ho deciso di chiamarli in questo modo per ora) sono stati tutti resi inoffensivi. Oggi proseguiremo il viaggio in barca verso l'isola con il faro. Ore 13.00. Ho nuovamente contattato il personale del faro, dovrebbero essere 2 soldati italiani, naturalmente ci avvicineremo con molta circospezione. Ora non credo più a nulla. Ore 16.00. Sopra le nostre teste c'e' stato un combattimento aereo. Un aereo inglese (probabilmente partito da una portaerei) ha abbattuto un aereo tedesco che e' precipitato sulla nostra isola. Il miliziano e il soldato sono andati a prestare soccorso. Il soldato e' stato gravemente ferito dal tedesco. Mi sa che ora come ora non abbiamo molti alleati. Grazie al personale che abbiamo conosciuto sul faro siamo riusciti a prestargli cure mediche adeguate, ora l'idea e' separarci, un gruppo resta con il ferito qui sull'isola del faro e il resto del gruppo si reca di nuova sull'isola dove c'e' la base.